Alessandro Spano

Conferme e nuove nomine per GLRT

14 novembre 2016

I Giovani Liberali Radicali Ticinesi, riuniti in Assemblea, hanno riconfermato Alessandro Spano come Presidente per un ulteriore anno ed hanno eletto Alessandro Delorenzi, Gabriele Jelmolini, Alessandra Tela (vice presidenti), Simone Boraschi (segretario) e Matija Terzic (webmaster). Sono stati inoltre presentati gli obiettivi per l'anno nuovo.

I Giovani Liberali Radicali Ticinesi comunicano che in occasione dell'Assemblea annuale tenutasi domenica 13 novembre presso la sala del Consiglio comunale di Locarno - sotto la brillante direzione del Presidente del giorno, il Sindaco di Locarno Alain Scherrer - hanno riconfermato Alessandro Spano (Locarno, studente di diritto a Friborgo, classe 1993) presidente del movimento giovanile cantonale. In sala erano presenti, fra gli altri, i Gran Consiglieri Alessandra Gianella e Paolo Pagnamenta, e i municipali Michela Ris e Giotto Gobbi.

L'Assemblea ha poi eletto Alessandro Delorenzi (Lugano, revisore interno, classe 1989), Gabriele Jelmolini (Muralto, consulente clientela aziendale presso BancaStato, classe 1985) e Alessandra Tela (Mendrisio, studentessa DFA, classe 1996) come nuovi vice presidenti; Simone Boraschi (Caslano, studente di diritto a Lucerna, classe 1996) come nuovo segretario; e Matija Terzic (Gambarogno, studente in ingegneria civile, classe 1993) come nuovo webmaster.
Allo stesso tempo, lasciano il comitato Matthias Bizzarro, Fabio Käppeli, Niccolò Bordogna (vice presidenti), Nick Meili (webmaster), Andrea Brazzola (responsabile logistica) e Sascha Mauro (cassiere): l'assemblea e tutta GLRT li ringrazia di cuore per il grande lavoro svolto in questi anni all'interno del movimento giovanile, che ha permesso a GLRT di raggiungere traguardi importanti.

Durante l'assemblea sono stati inoltre presentati gli obiettivi per l'anno nuovo. GLRT si impegnerà:

- per una scuola pubblica forte, perché una solida formazione è una premessa essenziale per raggiungere il successo nel mondo del lavoro;

- per la tecnologia digitale, con un occhio di riguardo alla digitalizzazione dell'amministrazione cantonale e all'introduzione di moderne tecniche organizzative come il telelavoro;

- e, infine, per le start-up, poiché GLRT vuole favorire le idee folli e i giovani che si lanciano in nuove avventure professionali e vuole aiutare chi crea i posti di lavoro di domani.

Allo stesso tempo GLRT vigilerà ancora sui trasporti pubblici (come fatto con successo nel corso del 2016 per il problema dei disagi del traffico ferroviario) e sulla concretizzazione del Centro educativo chiuso per minorenni (CECM) attualmente allo studio del Parlamento cantonale.