Alessandro Spano

​La seduta di CC in breve

05 luglio 2016

Gruppo PLR in Consiglio Comunale

La seduta di Consiglio Comunale di lunedì ha visto la sezione PLR Locarno portare a casa un risultato importante, grazie anche all'ampia alleanza PLR-PPD-PS: la maggioranza del legislativo ha infatti deciso di sostenere l'acquisto per 6 milioni di franchi del terreno “ex Balli” - un terreno pregiato, con strutture antiche e in una posizione strategica.

L'acquisto della particella 4848 si inserisce in un progetto più ampio e in una visione a lungo termine disegnata dal Municipio. Infatti, una volta acquistato, il terreno verrebbe utilizzato per costruire un autosilo sotterrano alfine di poter eliminare i singoli posteggi presenti nelle vie della Città Vecchia e per ricrearvi un parco ben curato e vivibile in superficie. Questo permetterà quindi di pedonalizzare (se non totalmente, almeno parzialmente) le vie del centro storico della Città di Locarno e di riportarvi quella vitalità e quell'ossigeno che tanto fanno bene alla Città Vecchia.
Non solo, anni fa la location era stata oggetto di un bel progetto estivo che tanti rievocano regolarmente: il City Garden. Non è quindi da escludere che il Comune metta le basi per un progetto simile, che favorisca l'incontro tra generazioni (il City Garden, infatti, è stato frequentato per un'estate intera da molte persone, soprattutto da quelle più “adulte”).
Il terreno in questione ha un valore prezioso per la Città: l'acquisto è un'occasione da non sprecare per appropriarsene ed evitare l'ennesima cementificazione a scapito del verde urbano.

Ahinoi, la strada verso l'acquisto definitivo da parte della Città del terreno e l'inizio della concretizzazione di tutti questi progetti è ancora lontana: oltre chiaramente all'iter burocratico ordinario, c'è già chi ha minacciato di utilizzare lo strumento del referendum perché considera questo acquisto come un regalo dei partiti storici nei confronti dei privati.

Noi crediamo invece - e ne siamo fermamente convinti - che questo acquisto sia un regalo alla cittadinanza e alla Città nell'ottica di un interesse pubblico preponderante. Crediamo che salvaguardare il nostro territorio, il verde urbano e le costruzioni storiche, sia un dovere morale ed etico della politica di oggi per lasciare alle future generazioni un territorio bello e curato, che primeggia ogni altro interesse. È per questo che continueremo a batterci per l'acquisto del terreno “ex Balli”.